Godot Art Bistrot

via Giacomo Mazas, 13-15, 83100 Avellino

Gareth Dickson

Gareth Dickson arrivò per la prima volta ad Avellino in un giorno di Luglio 2013, per La Bella Estate. Timido come un giunco e con una piccola chitarra al seguito, nulla più. Poi lo abbiamo ospitato una seconda volta nel Febbraio 2014, al Godot, insieme alla sua compagna Celine Brooks.

Puoi leggere/vedere/ascoltare i racconti di quelle sere sul sito di Radio Cometa Rossa: Gareth Dickson . Gareth Dickson e Celine Brooks

Abbiamo il piacere di ospitarlo ancora durante il tour tra Italia e Francia per la presentazione del suo ultimo album: Orwell Court.

Cantautore scozzese, Gareth Dickson con la sua chitarra acustica compone canzoni che, grazie all’uso intelligente degli effetti (delay analogico e riverbero), ricreano una sorta di paesaggio sonoro ambient/elettronico. A volte interamente strumentale, a volte con una voce delicata, ma sempre con l’idea di esplorare e trovare nuove possibilità per un vecchio strumento senza età.

Il suo primo album, Collected Recordings (2009, Drifting Falling), è stato descritto da Cyclic Defrost come “un semplice folk elegante, con affascinanti tonalità vellutate che cullano l’ascoltatore”.

Nel 2010 ha pubblicato The Dance, segnando uno spostamento verso suoni più sperimentali e guadagnando, di nuovo, ottime recensioni da alcuni dei siti di recensioni musicali più rispettati.

Il 2012 segna un passo fondamentale nella sua discografia: inizia a collaborare con l’etichetta 12k e pubblica Quite A Way Away.

Nel 2016 pubblica il suo quarto album, Orwell Court: “con uno stile decisamente più asciutto, che si esprime in brani “puliti”, ben più lineari che in passato, ad acuire un’espressività “post” e più direttamente emozionale, in un afflato scenografico che può ricordare il Matt Elliott di quest’anno” (OndaRock)